Contenuto principale

Presentazione

Una strategia globale contro il terrorismo globale: colpire le fonti di finanziamento e non le città

Dalla Francia al Mali – Il terrorismo globale non si debella con i militari

Articolo di Romano Prodi su Il Messaggero del 22 novembre 2015

Nell’ultimo mese la minaccia terroristica ha cambiato di forza e intensità. Abbiamo avuto 43 morti in Libano (di cui nessuno ha fatto parola) e poi le 224 vittime dell’aereo russo nel Sinai, quindi le 130 persone uccise nelle stragi diParigi ed infine i 27 morti nell’assalto all’hotel Radisson Blu della capitale del Mali.

LEGGI L'ARTICOLO ORIGINALE